Vedi tutti

Gli ultimi messaggi del Forum

Autunno tedesco - Stig Dagerman

Desiderò essere in grado di dire «cosa significa provare un lutto, essere stati amati, essere abbandonati». Tutta la sua opera vibra di questo bisogno fondamentale.

Melmoth l'Errante - Charles Robert Maturin

«La narrativa fantastica gotica inglese e tedesca si diffuse allora con profusione molteplice e mediocre [...] Questa particolare scuola stava gradatamente esaurendosi, ma prima del definitivo insabbiamento, nacque la sua ultima e più grande figura nella persona di Charles Robert Maturin (1782-1824), un oscuro e eccentrico prete irlandese [...] Melmoth è il racconto di un gentiluomo irlandese che nel diciassettesimo secolo ottiene dal Diavolo una vita prolungata in modo soprannaturale a prezzo della sua anima. Se può convincere un altro ad accettare il trasferimento del patto, allora egli sarà salvo [...] Nessun lettore imparziale dubita che con Melmoth si è fatto un grosso passo avanti nella evoluzione del racconto dell'orrore. La paura viene tolta dal regno del convenzionale ed esaltata come una terribile macchia che incombe sul destino dell'umanità»

da: H.P. Lovecraft, L'orrore soprannaturale in letteratura, SugarCo, Varese 1994, p. 37-38
(Testo in inglese di Supernatural Horror in Literature)

Heidi - Francesco Muzzopappa

Un libro leggero ma intelligente, ben scritto e con uno humour molto fine.
Ho apprezzato particolarmente i titoli esilaranti delle vecchie canzoni in dialetto milanese.