Trovati 827 documenti.

Non aprire questo libro!
0 0 0
Libri Moderni

Sharafeddine, Fatima

Non aprire questo libro! ; Apro questo libro! / Fatima Sharafeddine ; disegni di Fereshteh Najafi ; traduzione di Elisabetta Bartuli

Roma : Gallucci ; Sharjah : Kalimat, 2019

Libri ponte sul Mediterraneo

Abstract: Un libro a fisarmonica che contiene due storie, una su ciascun lato. Piega dopo piega, appaiono i diversi protagonisti: sono i “cattivi” delle fiabe classiche, qui riuniti per terrorizzare un povero mostro. Il piccolo lettore dovrà dunque trasformarsi in un supereroe per salvare il malcapitato. Coraggio, niente paura!

Rutor
0 0 0
Libri Moderni

Rutor

Milano : Editoriale Domus, 2020

Fa parte di: Meridiani. Montagne

Mozart a Verona
0 0 0
Libri Moderni

Mozart a Verona : 7 gennaio 2020, Verona Chiesa di San Tomaso Cantuariense / Venice Baroque Orchestra ; coro del Friuli Venezia Giulia, direttore Andrea Marcon ; solisti Margriet Buchberger, Soprano ; Francesca Ascioti, Contralto ; Giacomo Schiavo, Tenore ; Federico Benetti, Basso ; presenta il concerto Valentina lo Surdo

[Verona : Fondazione Cariverona ; Accademia Filarmonica, 2020]

Mozart a Verona
0 0 0
Libri Moderni

Mozart a Verona : 5 gennaio 2020, Verona Sala Maffeiana del Teatro Filarmonico / solisti Britta Schwarz, Soprano ; George Kallweit, Violino ; Francesco Galligioni, Violoncello ; Christine Schornsheim, Fortepiano ; presenta il concerto Valentina lo Surdo

[Verona : Fondazione Cariverona ; Accademia Filarmonica, 2020]

Vallotton
0 0 0
Libri Moderni

Ducrey, Marina

Vallotton / Marina Ducrey

Firenze ; Milano : Giunti, 2020

Art e dossier ; 372

Fa parte di: Art e dossier

Abstract: Félix Vallotton (Losanna 1865 - Parigi 1925) si trasferisce giovanissimo a Parigi dalla natia Svizzera ed è lì che si forma come pittore, nell’ambito postimpressionista, nabis e simbolista. Inizia come incisore e illustratore ma è anche romanziere e poi pittore. Viaggia in Europa, in Russia, negli Stati Uniti. La sua opera presenta tratti di assoluta originalità. Una stesura dei colori “à plat”, linee stilizzate per atmosfere indefinite che nascondono una forte vibrazione interiore, con figure di un erotismo gelido e sensuale insieme, paesaggi solitari attraversati dal vento o da raggi di luce, interni chiusi dai colori forti.

Estetica e natura umana
0 0 0
Libri Moderni

Matteucci, Giovanni <1963- >

Estetica e natura umana : la mente estesa tra percezione, emozione ed espressione / Giovanni Matteucci

Roma : Carocci, 2019

Frecce ; 276

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: L'estetico addestra a un'esperienza che è con il mondo prima che di esso. Leggendo un romanzo, ascoltando un brano musicale, si è immersi in un'interazione in cui l'ambiente è parte integrante della stessa mente estesa a cui si sente di appartenere. Il volume esplora questo paradigma, in dialogo con recenti studi antropologici e neuroscientifici, per evidenziare come la natura umana sia la natura che diventa interazione negli artifici espressivi che edificano una nicchia bio-culturale estetica.

Un giardino atlantico
0 0 0
Libri Moderni

Pasti, Umberto - Ngo, Ngoc Minh

Un giardino atlantico : Rohuna, Nord del Marocco / Umberto Pasti & Ngoc Minh Ngo ; prefazione di Martina Mondadori

Milano : Bompiani, 2019

Abstract: «Un giardino non è uno spazio dedicato alla coltivazione di piante, ma un posto dove uomini, donne, bambini, animali vivono in cerca dell'armonia, tra loro e con gli spiriti della terra»: così è per Rohuna, il giardino che vent'anni fa Umberto Pasti ha fatto nascere vicino a un borgo sperduto sulla costa atlantica del Nord del Marocco, circa sessantacinque chilometri a sud di Tangeri. Grazie all'aiuto e al lavoro degli abitanti del villaggio, e con la protezione dispettosa dei jennun, gli spiritelli agresti del luogo, un aspro ettaro di pietraia si è trasformato in un paradiso di bellezza, che ha la missione di preservare la ricchezza botanica della regione, di salvarla dalla devastazione propagata da un'edilizia brutale, e insieme di creare occasioni di crescita, istruzione e lavoro per chi abita quella terra antica. Tra la Summer House e la Winter House c'è il Giardino della Consolazione, una serie di stanze e terrazze abitate da una vegetazione lussureggiante; vicino ci sono il Giardino selvatico e il versante di una collina dedicato ai bulbi selvatici del Nord del Marocco, dove specie indigene di narcisi, iris, crochi, scille, gladioli e altre piante sbocciano dall'autunno all'estate. Le fotografie di Ngoc Minh Ngo restituiscono l'incanto poetico di questo lembo di Arcadia per offrirlo al mondo intero.

Filippo de Pisis
0 0 0
Libri Moderni

Filippo de Pisis / a cura di Pier Giovanni Castagnoli

Milano : Electa, 2019

Abstract: Il volume accompagna la grande mostra monografica che Milano dedica a Filippo De Pisis, a trent'anni di distanza dall'ultima esposizione. La mostra, e il catalogo che l'accompagna, presentano una selezione variegata e complementare di oltre cento opere, tra dipinti e disegni, distribuiti lungo un arco temporale che si estende dal 1916 al 1953. Il volume, oltre alle riproduzioni di tutte le opere esposte, integrate da un ulteriore corredo iconografico ad illustrazione dei testi, offre al lettore un saggio introduttivo redatto da Pier Giovanni Castagnoli e tre significativi contributi interpretativi, firmati da Maddalena Tibertelli de Pisis, Lorenza Roversi, Alessandra Capodiferro, dedicati rispettivamente: all'esperienza degli anni parigini del pittore, agli esordi ferraresi dell'artista, alla fascinazione esercitata sulla sua immaginazione dall'antico. Un'antologia di testi di de Pisis, che fu, oltre che straordinario pittore, prolifico e appassionato scrittore, completa la pubblicazione.

Tesori dell'inconscio
0 0 0
Libri Moderni

Tesori dell'inconscio : C. G. Jung e l'arte come terapia / a cura di Ruth Ammann, Verena Kast e Ingrid Riedel ; traduzione di Maria Anna Massimello

Torino : Bollati Boringhieri, 2019

Abstract: Carl Gustav Jung non si è rivelato soltanto un grande artista in prima persona. Ha sempre incoraggiato anche i suoi analizzandi (tra cui numerosi allievi) a esprimersi con colori e matite, vincendo la loro iniziale riluttanza a provarsi con mezzi che giudicavano impropri rispetto al tenore solo verbale dell'analisi, e di cui non comprendevano la finalità. Presto, però, tutti dovevano ricredersi. Raffigurare ciò che si agitava nelle regioni profonde della psiche era un «compito a casa» molto spesso risolutivo per l'evolversi della psicoterapia. Nelle mani di chi non aveva mai impugnato un pennello il contenuto dei sogni e delle visioni diurne prendeva forma materiale e, osservava Jung, «dispiegava completamente il suo effetto», ossia diventava «fantasia operante», e conduceva il paziente verso «qualcosa di inestimabile»: la «maturità psicologica». Ma, oltre all'efficacia terapeutica, qualcos'altro - non intenzionale, non messo in conto da nessuno, analista o paziente - traspare da queste figure e si impone: la bellezza. L'Archivio delle immagini conservato a Kiis-nacht dal C. G. Jung Institut di Zurigo custodisce 4500 opere di pazienti, raccolte da Jung tra il 1917 e il 1955, perlopiù anonime e di difficile datazione. «Tesori dell'inconscio» ne porta alla luce 178, selezionate e commentate da un gruppo di studiosi che vanta competenze sia analitiche sia storico-artistiche. Jung spiegherebbe l'aria di famiglia che colpisce subito negli acquerelli, guazzi e disegni inediti qui riprodotti riferendone il «simbolismo primitivo», l'«arcaismo inconfondibile» e la «barbarica intensità» alla comune radice nell'inconscio collettivo. Ed è la stessa forza - dischiusa dai soggetti raffigurati, siano essi paesaggi, demoni interiori, furie animalesche o mandala - che vediamo agire nelle tavole de «Il Libro rosso» o negli splendidi manufatti di «L'arte» di C. G. Jung.

La mia Europa a piccoli passi
0 0 0
Libri Moderni

Daverio, Philippe

La mia Europa a piccoli passi / Philippe Daverio

[Milano] : Rizzoli, 2019

Abstract: "Al turista che sia in grado d'inventare oggi un Grand Tour capace d'invertire quello settecentesco verso il Meridione per sostituirlo con un girovagare continentale viene suggerita una deambulazione più che una corsa in luoghi adatti alla riflessione. L'eccentricità andrebbe vissuta in senso etimologico come un'opportunità per cercare il luogo poco visto nelle città più attraenti". Dopo il "Grand Tour d'Italia a piccoli passi", un nuovo libro che è un invito al viaggio, questa volta oltralpe. Attraversando Francia, Svizzera, Belgio, Germania e i Paesi che costituiscono il vero cuore pulsante d'Europa, Philippe Daverio parte alla volta di luoghi che conosce bene grazie alle sue origini alsaziane, lungo itinerari suggestivi alla scoperta di un territorio ricco di tracce e testimonianze storiche e artistiche che uniscono gli europei. In città note, come Parigi o Berlino, oltre alle mete classiche, proposte attraverso la sua lente d'ingrandimento capace di scoprire storie e dettagli inediti, vengono suggerite anche visite a luoghi meno frequentati, come il museo Camondo o il Werkbundarchiv, il "Museo delle Cose". Allo stesso modo, viaggiando alla scoperta di un territorio meno battuto, l'autore ci porta verso località poco conosciute, come Nancy, Darmstadt, Weimar. Un volume che ripropone la pratica di un turismo lento, che consente di viaggiare in poltrona o di pensare itinerari per un weekend o una vacanza alla ricerca di un modo nuovo di guardare le opere d'arte.

Palazzo Colonna
0 0 0
Libri Moderni

Palazzo Colonna <Roma>

Palazzo Colonna : appartamento principessa Isabelle : catalogo dei dipinti / a cura di Mauro Natale ; con la collaborazione di Patrizia Piergiovanni ; prefazione Prospero Colonna ; saggi di Mauro Natale ... [et al.]

Roma : De Luca editori d'arte, 2019

Abstract: Dopo anni di studi approfonditi si presenta il catalogo dei dipinti dell'Appartamento Principessa Isabelle di palazzo Colonna in Roma. Questo volume è dedicato all'area del Palazzo romano nota come appartamento della principessa Isabelle e ai dipinti in essa contenute che fino a poco tempo fa era scarsamente accessibile ai visitatori. Vengono catalogati e studiati gli oltre 250 capolavori della collezione oltre alle pitture murali delle volte e delle pareti. Fra gli altri sono presenti opere di Pintoricchio, Vanvitelli, Tempesta, Dughet...

Breaking ground
0 0 0
Libri Moderni

Hall, Jane <architetto>

Breaking ground : architecture by women / Jane Hall

London : Phaidon, 2019

Abstract: A ground-breaking visual survey of architecture designed by women from the early twentieth century to the present day 'Would they still call me a diva if I were a man?' asked Zaha Hadid, challenging as she did so more than a century of stereotypes about female architects. In the same spirited approach, Breaking Ground is a pioneering visual manifesto of more than 200 incredible buildings designed by women all over the world. Featuring twentieth-century icons such as Julia Morgan, Eileen Gray and Lina Bo Bardi, and the best contemporary talent, from Kazuyo Sejima to Elizabeth Diller and Grafton Architects, this book is, above all else, a ground-breaking celebration of extraordinary architecture

TOward 2030
0 0 0
Libri Moderni

TOward 2030 : l'arte urbana per lo sviluppo sostenibile / fotografie di Martha Cooper ; [a cura di Roberto Mastroianni]

Milano : Feltrinelli, 2019

Abstract: Diciassette street artist di fama internazionale per altrettanti muri, collocati in punti nevralgici della città, ciascuno dedicato ai diciassette obiettivi dell'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile sottoscritta dai governi dei centonovantatré paesi membri dell'Onu. Protagonista indiscussa del progetto è la città di Torino, con una serie di location individuate nei quartieri più rappresentativi, dal centro alle periferie. Con TOward 2030 il Comune di Torino, Lavazza e Asvis (Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile) hanno dato il via a un ambizioso progetto artistico, durato due anni e raccontato in questo libro, che candida il capoluogo piemontese a diventare ambasciatore della sostenibilità ambientale e sociale, interpretata attraverso la street art. Ognuno dei diciassette obiettivi (dalla parità di genere all'istruzione di qualità, dalla lotta contro il cambiamento climatico alla sconfitta della povertà e delle diseguaglianze) viene interpretato secondo il linguaggio e i codici della street art e delle culture metropolitane. Un grande racconto per immagini che questo libro ci restituisce attraverso le fotografie che ritraggono, oltre alle opere, anche il backstage e il making of, arricchite da riflessioni e suggestioni. Il libro si chiude con un racconto a più voci in cui gli attori principali cercano di immaginare uno scenario futuro che è ormai alle porte.

Terunobu Fujimori
0 0 0
Libri Moderni

Terunobu Fujimori : opere di architettura / J. K. Mauro Pierconti ; con testi di Terunobu Fujimori ; fotografie di Akihisa Masuda

[Milano] : Electa architettura, 2019

Abstract: Lontano dall'uso di tecnologie avanzate, Fujimori dà forma a edifici ecologicamente sostenibili e ad alta efficienza energetica, che sembrano fluttuare nell'aria, a ricordare l'eterna lotta dell'uomo contro gli elementi. Musei e case private si alternano a sorprendenti case da te, strutture sospese arrampicate sugli alberi costruite con materiali semplici e primitivi come terra, pietra, legno, carbone, corteccia e malta. Il volume raccoglie l'intera produzione architettonica realizzata fino a ora presentata e analizzata nei suoi vari aspetti: formali, progettuali e culturali. Non un semplice catalogo delle opere ma un'indagine che scava nelle sue molteplici fonti per offrire un'inedita interpretazione critica della sua opera. L'opera di Fujimori è documentata attraverso schizzi, disegni e modelli di studio oltre ad una ricca selezione fotografica di Akihisa Masuda. Aprono il volume il contributo critico di Mauro Pierconti e un testo scritto da Fujimori appositamente per questa pubblicazione

Natura alchemica
0 0 0
Libri Moderni

Tommasoli, Filippo <1990- >

Natura alchemica : Celestino Gaspari e gli straordinari vini di Zymè / di Filippo Tommasoli

[S.l.] : Tommasoli, 2019

Morale per disobbedienti
0 0 0
Libri Moderni

Serres, Michel <1930- >

Morale per disobbedienti / Michel Serres ; traduzione di Chiara Tartarini

Torino : Bollati Boringhieri, ©2019

Abstract: Che cosa ci fa una giraffa a Parigi davanti all'Eliseo? E perché il primo ministro Pompidou urla al telefono contro il direttore dell'École normale? Ce lo racconta Michel Serres in questo suo ultimo libro, insieme a tanti altri scherzi che, da bravo rompiscatole, sí è divertito a fare per tutta la vita: le battaglie con i cuscini contro i sorveglianti del collegio, da studente; le feste fino a tarda notte sui transatlantici, da ufficiale di marina; lo scompiglio caotico durante i corsi di filosofia, da professore. A ottantotto anni Michel Serres ci ha lasciati, ma prima di andarsene ci ha regalato questo libro-testamento, nel quale si addentra «in punta di piedi nel territorio esotico della morale», scegliendo di celebrare non la filosofia, né il sapere scientifico e tecnico - che pure lo hanno reso una delle menti più stimate e apprezzate dell'ultimo secolo in Francia - ma la burla. Lo scherzo e l'impertinenza, infatti, sono stati per Serres la prima vera esperienza sociale e politica, il primo atto di disobbedienza. Da questi, racconta, ha imparato a prendersi gioco delle gerarchie e a preferire l'obbedienza alla verità delle cose, «leali e dure, che hanno in sé le proprie leggi». Da bravo nonno, Serres sceglie di celebrare la risata dolce che, sola, è in grado di renderci umani, e l'umiltà anticonformista di chi sa prendersi poco sul serio, è capace di provare empatia e sa mettersi nei panni di chi è ferito e in difficoltà. Perché sono gli umili e i modesti a possedere «l'intelligenza coraggiosa che si inchina di fronte alla verità piena e alla bellezza del mondo». "Morale per disobbedienti" è il saggio e bonario libro d'addio di un grande filosofo, che ha saputo guardare con profondo rispetto e incrollabile ottimismo al mondo digitale dei suoi nipoti in Non è un mondo per vecchi, invitandoli sempre e comunque a coltivare quella spinta tutta umana che chiamiamo utopia.

Chernobyl
0 0 0
Libri Moderni

Plokhy, Serhii

Chernobyl : storia di una catastrofe nucleare / Serhii Plokhy

Milano : BUR Rizzoli, 2019

BUR Rizzoli. La storia, le storie

Abstract: Il 26 aprile 1986 l'Europa ha assistito a uno dei suoi peggiori incubi: l'esplosione di un reattore nella centrale nucleare di Chernobyl, nell'Ucraina sovietica, che ha contaminato più della metà del continente e ha messo il mondo davanti al rischio dell'annientamento. In Chernobyl, Serhii Plokhy, rinomato storico e scrittore di origine ucraina, ricrea questi eventi, minuto per minuto, in tutto il loro dramma, raccontando le storie dei pompieri, scienziati, operai e soldati che si trovarono intrappolati nell’Armageddon nucleare e riuscirono a fare ciò che apparentemente era impossibile: estinguere l’inferno e mettere il reattore a “dormire”. Basato su documenti dell'epoca - molti dei quali inediti e molti riservati -, e sulla testimonianza diretta di chi c’era, il libro è un resoconto toccante del dramma di eroi, carnefici e vittime, ma anche un'analisi impietosa della superpotenza sovietica. Un colosso che, pochi anni dopo, sarebbe drammaticamente collassato, distrutto dall'interno dal suo disfunzionale sistema politico e gestionale che il disastro di Chernobyl ha contribuito a mettere a nudo

Storia e pratica del silenzio
0 0 0
Libri Moderni

Bassetti, Remo

Storia e pratica del silenzio / Remo Bassetti

Torino : Bollati Boringhieri, 2019

Nuova cultura ; 322

Abstract: In questo inizio di Terzo Millennio a molti pare che un ritorno al silenzio sarebbe necessario e auspicabile. Ma che tipo di silenzio? Remo Bassetti ci offre in questo breve libro una «grammatica del silenzio», come antidoto al frastuono imperante che ci circonda

Indios, cinesi, falsari
0 0 0
Libri Moderni

Marcocci, Giuseppe

Indios, cinesi, falsari : le storie del mondo nel Rinascimento / Giuseppe Marcocci

Bari ; Roma : Laterza, 2019

Economica Laterza ; 907

Abstract: La scoperta dei nuovi mondi fu anche la scoperta di uomini mai prima d'allora apparsi nelle grandi storie universali. Il racconto di questo libro, ricco di volti e di storie, si snoda dal Messico alla Cina, passando per le isole Molucche e il Perù, ma anche per le botteghe dei tipografi veneziani e le grandi corti rivali di Spagna e d'Inghilterra. Ci svela così un Rinascimento dagli orizzonti globali, in cui il recupero dell'antichità classica si accompagnò a una disorientante scoperta: le culture con cui gli europei erano entrati in contatto fra Quattro e Cinquecento avevano anch'esse un passato da decifrare. Qual era la storia di popolazioni, come gli indios delle Americhe, di cui gli europei non avevano mai sentito parlare? In che modo spiegare le tracce di tempi lontani di cui non davano conto né la Bibbia, né gli autori greci e latini? Come riconciliare un'improvvisa molteplicità di storie con il crescente senso di unità del globo? Le risposte che furono date a queste domande si misurarono con la difficile sfida della varietà del mondo che segna ancora il nostro presente.

Tevere controcorrente
0 0 0
Libri Moderni

Mian, Marzio G.

Tevere controcorrente : dalla foce alla sorgente di un fiume leggendario / Marzio G. Mian

Vicenza : Pozza, 2019

Piccola biblioteca Neri Pozza

Abstract: Nessun fiume al mondo ha visto scorrere tanta Storia, assistito a eventi così determinanti per i destini dell'umanità intera. Lungo le sue sponde si è generato ciò che siamo. Era un Padre, il Tevere. Addirittura un dio. Eppure è abbandonato, scartato, invisibile, come tutto quello che non è utile alla modernità. È un fiume sconosciuto; percorrerlo oggi, dalla foce di Ostia alle sorgenti in Romagna, è come esplorare una regione esotica, viaggiare tra le rovine d'una civiltà perduta che ha smarrito il contatto con il passato, la terra, il senso del divino. È ancora il fiume simbolo della nazione - forse dell'Occidente -, Storia fatta d'acqua, che custodisce il mito, l'identità, la bellezza e il capolavoro; ma anche via maestra da cui osservare la decadenza dell'Italia, di Roma, degli Appennini che si spopolano, dei borghi passati dal misticismo al materialismo. Risalendo alla sacra fonte, in compagnia di Enea, dei Borgia, di San Francesco e di tutte le figure che hanno segnato la biografia del Tevere, ma anche insieme a personaggi di oggi dal fascino romanzesco, Marzio G. Mian fa confluire nella narrazione altri corsi d'acqua che attraversano territori lontani. Come nello scorrere della vita, paesaggi, incontri e voci si mescolano a formare un'intima geografia, poiché, scriveva T. S. Eliot, il fiume è dentro di noi, il mare tutt'intorno a noi.