Avviso

Zona rossa

Per effetto del DL 12 marzo 2021, dal 15 marzo al 6 aprile 2021 in Biblioteca Civica sono sospesi i servizi di consultazione dei materiali non prestabili e l'accesso alle sale studio. Resta attivo in tutte le biblioteche il prestito su prenotazione. Le prenotazioni, al massimo tre, possono...

Avviso

Problemi con i download di ebook

Attenzione! Abbiamo riscontrato problemi con il download degli ebook. Sembra che i problemi si verifichino, per chi usa come browser Google Chrome, dopo l'ultimo aggiornamento. Vi consigliamo di non usare Google Chrome per scaricare gli ebook. Potere usare...

 

 

 

 

 

 

 

Storie incatenate

Un libro alla settimana

Agota Kristof, "Trilogia della città di K."

Quando il narratore è inaffidabile, resta una sola cosa da fare, la più improbabile: fidarsi. Kristof realizza un racconto-matrioska perfetto, nessuno specchio a deformare la realtà, nessuna menzogna. La verità di ogni personaggio è così precisa e luminosa che non ammette ombre. Ma quanto abbaglia la luce pura negli occhi. In un paese in guerra, i gemelli Klaus e Lucas dovranno scegliere il proprio destino mentre il mondo cade sotto macerie di responsabilità che nessuno si è mai assunto.

In catalogo: Agota Kristof, "Trilogia della città di K.: Il grande quaderno; La prova; La terza menzogna", Torino: Einaudi, 1998.

In rete:

 

← Leggi le precedenti recensioni

    

 

Vedi tutti

Notizie dalle biblioteche

Vedi tutti

Ultimi post

Il circo della vita - Nicolas Antona, Nina Jacqmin

"La vita è fatta di tappe.. La più dolce è l'amore, la più difficile, la separazione, la più dolorosa gli addii, la più bella, ritrovarsi". "Il circo della vita" è un graphic novel realizzato da Nicholas Antona e Nina Jacqmin che tratta della vita di Louis, un ragazzo cresciuto in un orfanotrofio da solo, senza amici, che è costretto a sopportare gli insulti e le angherie dei compagni per via del suo corpo un po' cicciottello che causa in lui anche una grande timidezza nel relazionarsi. Gli unici momenti di felicità somo quando periodicamente il circo Marcos fa tappa nella sua città. Un giorno, però, accade qualcosa di inaspettato: durante il numero della domatrice di elefanti nota Clara, la figlia del proprietario del circo, di cui subito si innamora. Appena dopo lo spettacolo, grazie a Pegaso un elefante del circo che tira fuori Louis dal cespuglio in cui si era nascosto per vederla, i due riescono a conoscersi e, successivamente a quell'avvenimento, a frequentarsi. Dopo essersi sposati, diversi anni più tardi, Louis dovrà sopportare la morte di Clara che lo segnerà profondamente nell'animo tanto da commettere un gesto inaspettato. Questo graphic novel benchè dall'apparenza semplice riesce ad affrontare argomenti come il bullismo o anche l'amore in maniera molto chiara ed efficace, lo consiglio a tutti i ragazzi amanti del genere.
Alberto Beghini
Liceo maffei 3D
"Leggere on the road" - Progetto PCTO con la biblioteca ragazzi, aprile 2021

R: Thornhill - Pam Smy

“cosa impedisce ad un adulto di sedersi e dire; come ti vanno le cose? va tutto bene?. Ho il sospetto che abbiano paura di ricevere una vera risposta, e allora sarebbero costretti a fare qualcosa, resterebbero coinvolti. O forse semplicemente non riescono a immaginare niente di spiacevole o di grave. Forse non vogliono pensare che alle persone che conoscono possa succedere qualcosa di orribile.”
Thornhill è un libro scritto da Pam Smy e che prende nome dall’omonima casa famiglia descritta lungo il romanzo e che tratta delle vicende svoltesi all’interno di essa. Queste vicende vengono raccontate da Mary, attraverso il suo diario personale. Mary è una ragazza orfana che è in attesa d’essere collocata presso una famiglia affidataria. Mary ha un particolare problema che le causa una difficilissima permanenza, il mutismo selettivo. Per colpa di esso viene presa di mira da una ragazza piuttosto misteriosa, che la terrorizza tanto che nel diario non appare mai il suo nome, viene chiamata solamente “lei”. La storia di Mary viene contrapposta a quella di Ella, una ragazza che più di 30 anni dopo ritrova il diario segreto di Mary fuori da Tornhill, le storie parallele delle due ragazze vengono accomunate dalla vicenda conclusiva ricca di misteriosi colpi di scena. Nel complesso il libro è molto scorrevole e lo consiglio a tutti coloro che in un romanzo ricercano il thriller e i colpi di scena.

R: Oh, Boy! - Marie-Aude Murail

“Siméon ha il morale a terra. Sta a lei tenerlo su. Bisogna crederci. Bisogna crederci. È la sola soluzione.”
“Oh, Boy!” è un romanzo di narrativa che racconta la storia di 3 fratelli: Siméon, 14 anni, Morgane, 8 anni, e Venise, 5 anni, rimasti orfani dopo la scomparsa del padre e il suicidio della madre. Prima di essere portati all’orfanotrofio, i Morlevent fanno un giuramento di non dividersi mai e rimanere per sempre insieme. L’assistente sociale, nel mentre, riesce a trovare i fratellastri maggiori, nati da un precedente matrimonio del padre: Mosiane, oculista di 37 anni sposata, e Barthélemy, un ragazzo omosessuale di 26 anni. Se in un primo tempo entrambi sembrano ben poco interessati all’affidamento dei ragazzi, presto inizierà una contesa fra i due per riuscire ad ottenere la custodia.
È un romanzo per ragazzi semplice e scorrevole, che tratta principalmente i temi del legame familiare, in particolare tra fratelli, dell’omosessualità e delle famiglie allargate, e quello della malattia, che si presenterà più avanti nel corso della storia, con un pizzico di ironia, ma riuscendo a trasmettere comunque valori importanti, anche e soprattutto dal punto di vista dei ragazzi protagonisti.
È un libro che consiglio a lettori giovani ma non solo, a coloro che desiderano immergersi in una lettura non particolarmente impegnativa, ma ugualmente significativa nei contenuti.

Elena Marcolini
3ALI liceo Copernico
"Leggere on the road"- Progetto PCTO Biblioteca Ragazzi-aprile 2021

Io come te - Paola Capriolo

“-Dormire? Che idea cretina. Andiamo a chiudere in bellezza la serata.
Luca non capisce cosa vuol dire, ma non osa fare domande.
Sarebbe bastato afferrare per il braccio quel ragazzo, quando aveva tirato fuori la bottiglietta di benzina e dirgli: «Fermo! Che fai?» guardandolo dritto negli occhi.
-Lascia perdere quella gente: è troppo diversa.
-No, non posso lasciarla perdere.”
Luca si ritrova alla serata di Halloween in discoteca da solo, ma tutto cambia quando quattro ragazzi ubriachi gli chiedono di andare al parco per finire la serata in bellezza. Luca accetta ma si ritrova spaesato quando li vede avvicinarsi con dei fiammiferi e una bottiglia di benzina ad un uomo che dormiva sulla panchina. Non sapendo cosa fare, scappa e torna a casa sconvolto. Il giorno dopo cerca delle notizie al riguardo su Internet e scopre che è ricoverato in ospedale in stato di shock. Decide quindi di andarlo a trovare e lo fa tutti i giorni finché, al quinto giorno, l’uomo si sveglia. Parlandoci scopre che si chiama Rajiva Bava ed è cingalese. È dovuto venire in Italia perché al suo paese di origine non riusciva a fare abbastanza soldi per mantenere sua moglie e i suoi due figli, quindi ora vende rose e manda il ricavato alla sua famiglia. Ora che è immobilizzato a letto però, Luca decide di vendere le rose al posto suo travestendosi da cingalese senzatetto, armato di fondotinta scuro, dei vestiti trasandati e un cestino di rose. La mattina è un ragazzo italiano che va a scuola e si sente fortunato, la sera è un immigrato cingalese che tutti guardano con disprezzo e paura.
Un breve romanzo che tratta bene e in modo molto semplice l’argomento del razzismo.

Arianna Magrella
3CLI, liceo Copernico
“Leggere on the road” - Progetto PCTO con la Biblioteca Ragazzi, aprile 2021

R: Non perdermi non perderti - Luisa Mattia, Luigi Ballerini

“Io non chiedo scusa. A nessuno. Io non chiedo scusa. Io sono Falco.
Eppure qualcosa lo trasformerà.”
Federico è uno di quei ragazzi popolari della scuola a cui non interessa molto degli altri e che pensa solamente a se stesso. Un giorno conosce una ragazza, Lavinia, e insiste per avere delle sue foto intime. Una volta ottenute, le invia immediatamente ai suoi amici e queste fanno il giro di tutta la scuola. Lavinia quindi, disperata, tenta il suicidio e Federico capisce che le azioni hanno delle conseguenze, infatti viene escluso dal suo gruppo di amici e la sua famiglia, estremamente delusa, non riesce nemmeno a parlargli. Federico si sente sempre peggio, e i suoi genitori di certo non lo aiutano dicendogli continuamente di essere come suo fratello maggiore, Massimo.
A causa di un accordo con il giudice per servizi socialmente utili, però, è costretto a passare sei mesi a Villa Serena per offrire assistenza ad un ospite anziano. L’ospite in questione, Vittorio, e Viola, la sua assistente, lo aiuteranno a diventare la versione migliore di se stesso e a scoprire l’amicizia, l’amore, la bellezza della poesia e dell’altruismo.
Un bellissimo romanzo capace di coinvolgerti e farti emozionare.

Arianna Magrella
3CLI, liceo Copernico
“Leggere on the road” - Progetto PCTO con la Biblioteca Ragazzi, aprile 2021

Prestiti in corso 0
Prestiti di oggi 0
Utenti iscritti 0